I fiori: insegnamenti e meraviglie della natura

Sia che tu abbia un giardino fiorito o un balcone dai mille colori, c’è una cosa che ogni volta ti colpisce: come da un piccolo seme al variare delle stagioni, la terra può regalarci uno spettacolo di profumi, sfumature, forme che non avresti mai potuto immaginare.

Già, perché la natura ci sorprende così: quando meno te l’aspetti quei tulipani che avevi piantato nell’autunno precedente e che ancora non si erano mostrati in tutta la loro bellezza si fanno verdi, si ergono potenti, si aprono in un’esplosione decisa di colore.

Così anche le rose in maggio, o le ginestre in giugno. I fiori ci insegnano ad attendere, a non disperare, a non dare per scontata ogni piccola cura, ci allenano alla pazienza e alla meraviglia.

Sommario

“A me sembra che la nostra principale certezza della bontà divina poggi proprio sui fiori. Tutto il resto, le nostre facoltà, i nostri desideri, il nostro cibo, è strettamente necessario per la nostra esistenza, ma questa rosa rappresenta un extra. Il suo profumo e il suo colore sono un abbellimento della vita, non una sua condizione.”

Sir Arthur Conan Doyle, dal libro “Sherlock Holmes”

I profumi e i colori dei fiori, se saputi armonizzare con sapienza nel proprio giardino o sul proprio terrazzo, regalano un’esperienza unica che risveglia sensazioni ed emozioni che, nel frenetico fluire quotidiano, spesso ci dimentichiamo di poter provare.

“Alle volte mi coglie il dubbio che gli automobilisti non sappiano che cosa sia l’erba, o come siano i fiori, perché non li hanno mai visti, non ci sono mai passati vicino con lentezza.”

Ray Bradbury, dal libro “Fahrenheit 451”

Fiori sopra l'inferno: miniserie thriller italiana

frasi sui fiori - Chi cerca di possedere un fiore

Fermarsi ad ammirare un fiore, lasciandosi trasportare dalla meraviglia e dallo stupore per una vita che prende forma, non è una cosa per tutti. Bisogna essere pronti, sapersi avvicinare con i passi lenti e silenziosi di chi, con rispetto, guarda ai fiori come alla propria vita: un progetto futuro, un sogno sperato, un amore inatteso.

“Se impareremo ad avere cura delle nostre piantine, sarà più facile coltivare i nostri sogni: dedicarci con attenzione e passione a qualcosa ci aiuta a tirar fuori i nostri istinti migliori.”

Serena Dandini, dal libro “Dai diamanti non nasce niente. Storie di vita e di giardini”

Conoscere i fiori e le piante e sapersene prendere cura significa anche confrontarsi quotidianamente con la certezza dell’incertezza: trovare il proprio equilibrio di fronte al non sapere, al non poter prevedere, al non poter controllare il preciso istante in cui la natura scoppierà nel suo spettacolo migliore. E quando quel momento arriverà, bisogna essere pronti ad ascoltare l’eco di una corolla che si apre, di un bocciolo che sboccia, di nuove foglie e nuovi frutti che prendono forma. E, soprattutto, bisogna essere pronti a non capire tutto e subito.

Buttate pure via ogni opera in versi o in prosa. Nessuno è mai riuscito a dire cos’è, nella sua essenza, una rosa.

Giorgio Caproni, dalla poesia “Concessione”

Avere un giardino o un balcone fiorito significa anche saper riconoscere i fiori, come si comportano, di cosa hanno bisogno. Innaffiare, concimare, potare le proprie piante diventa così un modo per imparare la difficile arte del prendersi cura.

Giglio fiore: significato, coltivazione e cura

“Con modestia, dirsi: ragazzo mio, Sii pago dei fiori, dei frutti, finanche delle foglie, Se è nel tuo giardino, in te, che li cogli!”

Edmond Rostand, dal libro “Cyrano de Bergerac”

Ogni essere umano che abbia voglia di avventurarsi nel bellissimo mondo degli orti, dei giardini pensili e verticali, delle piante rampicanti o dei bulbi primaverili deve sapere una cosa, una soltanto: i fiori c’insegnano a sorridere.

A guardarli bene, ad odorarli, i fiori conservano, nella loro brevissima giornata terrena, una traccia vaga, indefinibile di un mondo che, essendo misterioso, apre il cuore dell’uomo alla speranza; ma soprattutto all’amore, che è insieme verità e bellezza della vita.

Marino Piazzolla, dal libro “I fiori c’insegnano a sorridere: favole per adulti”

Se ti piacciono le frasi sui fiori, clicca qui, ne troverai molte altre.

frasi sui fiori - Cosa ci insegnano i fiori

Il significato di un mazzo di fiori: regalo elegante per ogni occasione

Un messaggio semplice

I fiori da soli sono un modo molto elegante di esprimere i propri sentimenti perciò non c’è bisogno di esagerare! Evitate lettere, poesie e lunghe dichiarazioni: poche parole ben scelte saranno sufficienti a suscitare emozioni.

Attenzione agli errori

Mentre le composizioni floreali hanno una durata limitata, non è così per il vostro messaggio, che sarà sicuramente conservato a lungo dal vostro destinatario. Prendetevi il tempo necessario per correggere e correggere il vostro messaggio in modo da attirare l’attenzione.

Siate positivi

Sia in ambito privato che professionale, è possibile organizzare consegne di fiori in occasioni difficili: separazioni, ricoveri ospedalieri, lutti, ecc. Ma, cosa scrivere sui fiori? Tenete presente che il bouquet e il vostro messaggio hanno lo scopo principale di dare piacere e di mostrare la vostra presenza in modo positivo.

Fiori sopra l'inferno: thriller avvincente

Non dimenticare la firma

Quando i fiori vengono consegnati, l’identità del mittente non compare nel modulo d’ordine e non viene comunicata al fiorista che consegna il bouquet. È quindi importante firmare il messaggio in modo che il destinatario possa riconoscerlo e ringraziarlo.

I fiori esprimono le nostre emozioni quando le parole non bastano Il nostro mestiere accompagna le persone dalla vita alla morte, passando per lieti eventi, matrimoni, lauree, compleanni, anniversari. I fiori servono per dire ti amo, per dire benvenuto e talvolta per dire addio

Chi cerca di possedere un fiore, vede la sua bellezza appassire,

ma chi lo ammira in un campo, lo porterà sempre con se.

Perché il fiore si fonderà con il pomeriggio, con il tramonto,

Campo dei fiori, il cuore vivace di roma: scopri storia, arte e tradizione

con l'odore di terra bagnata e con le nuvole all'orizzonte.

Paulo Coelho

Talvolta la routine della vita di tutti i giorni viene interrotta. Il lutto ci costringe a fermarci un attimo, interrompere la corsa quotidiana, quella fatta di appuntamenti, lavoro, ginnastica, cene, shopping e... stress! Dire addio ad una persona cara è un momento tragico ma che porta con sé anche questo aspetto, ci costringe a mettere in pausa la vita e dedicare tempo alle nostre emozioni, siano esse di tristezza e dolore. Un argomento delicato questo, perché tocca ognuno di noi in modo più o meno tragico. Spesso noi infatti non siamo in grado di guardarci dentro e rispettare queste emozioni, il tumulto che abbiamo dentro ma al quale dovremmo prestare più attenzione e rispetto.

Un passo della canzone della tradizione cattolica, che le nostre nonne conoscono bene, recita così: ricordati signore che l'uomo è come l'erba, come il fiore del campo. Ma al di là del credo di ognuno, questo è esattamente ciò che ci insegna la Natura, infatti il fiore è un organismo vivente che nasce, cresce, respira e muore, fa parte come l'uomo, dell'universo e la sua caducità lo rende ancora più afmaravilloso (vedi lezioni di ikebana di Zamperini Pucci). Il gesto di porre un fiore sul feretro diventa un atto sacro, un rito catartico, un rito di purificazione dalla sofferenza. I fiori, anche se per poco, sanno alleviare la sofferenza e ci permettono di esprimere le nostre emozioni, anche quando le parole non servono più, non bastano più. Danno voce al nostro affetto, celebrano i bei ricordi con i cari che sono mancati.

Nel nostro articolo i fiori, ultimo baluardo nel culto dei morti abbiamo raccontato come i fiori restano l'ultimo baluardo che resiste, al quale non si rinuncia facilmente. Tante donne nelle nostre famiglie, e con essi anche tanti uomini, si recano quotidianamente al cimitero per portare i fiori, innaffiarli, rinnovarli, pulire le tombe. Il nostro mestiere accompagna le persone dalla vita alla morte, passando per lieti eventi, matrimoni, lauree, compleanni, anniversari. I fiori servono per dire ti amo, per dire benvenuto e talvolta per dire addio. È bello e fa male al tempo stesso stare vicino a clienti e amici nel lutto ma ci mettiamo il cuore e possiamo dire che anche in queste occasioni questo mestiere è per noi un onore.

Se ti piacciono le frasi sui fiori, clicca qui, ne troverai molte altre.

Il significato del fiore di loto: simboli e colori

Go up

Utilizziamo cookie nostri e di terze parti per preparare informazioni statistiche e mostrarti contenuti e servizi personalizzati attraverso l\'analisi della navigazione. Accettali o imposta le tue preferenze. Maggiori informazioni